La Tariqua Madaniyya

La Tariqa Madaniyya è collegata alla Tradizione Profetica per mezzo di una catena di trasmissione di quattordici secoli. È stata fondata, nel 1909, da sidi Mohammad al-Madani (1888/1959) che ebbe una solida formazione alla Moschea-Università Zaytouna (Tunisia). Dopo tre anni passati con il suono Maestro, sidi Alawi, ritornò in Tunisia e si dedicò alla diffusione della via per 50 anni. Lasciò una quindicina di lavori concernenti tutte le scienze religiose, la spiritualità musulmana ed il sufismo autentico. Dal 1959, la Tariqa Madaniyya continua sotto l’egida del suo successore sidi Mohammed al-Mounaouar al-Madani che ha consacrato la sua esistenza alla diffusione del sufismo puro. Grazie ai suoi preziosi insegnamenti, al suo amore infinito per il Profeta (saws), alla sua profonda conoscenza della sharia, la via risplende oggi in numerosi paesi del mondo.

Mohammed Al-Madani

Mohammed ibn-Khalifa al-Madani nacque a Qûsaybat al-Madiyûni nel 1888, da una famiglia prestigiosa per la sua pietà. Suo padre Khalifa era un commerciante itinerante, differiva degli altri per la sua spigliatezza; possedeva una carretta sulla quale trasportava il suo olio fino a Tunisi, là poteva smerciarlo, realizzare dei benefici sostanziali e tornare al villaggio. Per la sua devozione fu ben presto tra i discepoli dello Shaykh as-Sadiq as-Sahrawi, grande Muqaddam della confraternita Madaniyya-Chadhûliya a Tunisi della quale il maestro spirituale era lo Shaykh Mohammed Zafir al-Madani. Retour ligne automatique
Khalifa ibn-Hassin desiderava ardentemente avere un figlio e fece voto di chiamarlo con il nome del fondatore della confraternita (Mohammed al-Madani) della quale era fra i membri più dinamici. Retour ligne automatique

Hikam

È il plurale irregolare di hikma, termine che designa, nell’arabo classico, due nozioni. Da un lato, indica un messaggio di sentenza espresso in uno stile conciso ed espressivo. Hikma è qualsiasi enunciato che veicola un contenuto sapienziale, rappresentato in modo incisivo. La massima viene così definita come un discorso edificante volto ad educare le menti attraverso la preziosità dello stile e la coerenza del contenuto spirituale raffigurato.D’altra parte, questo termine si riferisce alla saggezza morale che caratterizza l’hakīm, un uomo saggio. È una sorta di profondità umana che dota chiunque la possieda di un alto livello di visione, di una solida esperienza e di un’integrità etica…

Amore

L’amore delle creature per il Vero consiste nell’obbedire ai Suoi comandi e ai Suoi divieti. L’amore del Creatore per le Sue creature è quello di manifestarsi a loro, fino a diventare il loro “udito, vista, mano e piede”

Inganno

Chiunque affermi di aver raggiunto uno stadio nel quale gli obblighi religiosi sono trascurati è un impostore. Le sue affermazioni devono essere ignorate.

Rinuncia

Rinunciare alle delizie di questo mondo, dedicarsi ad Allāh e
dedicare la propria vita alla Sua adorazione,senza nuocere a se stessi o ledere i diritti degli altri, sono virtù lodevoli.

La preghiera dell'"Albero degli Universi"

In verità, Allah e i Suoi angeli pregano sul Profeta. O voi che credete, pregate su di lui e inviategli i vostri saluti.

Recita della Sura L'Evento

Il Profeta,ﷺ, ha pregato più o meno come voi, ma ha alleggerito la preghiera. Era solito recitare Al-Waqi’a e le sure nella preghiera dell’alba.

100 volte chiedo perdono ad Allah

[73-20] Tutto il bene che vi preparerete, lo troverete presso Allah, che è migliore e più grande. E chiedete perdono ad Allah. Allah è perdonatore e misericordioso.

100 volte la preghiera sul Profeta ﷺ

Che la pace e le benedizioni di Allah siano sul nostro Maestro Muhammad, il Tuo servo e Messaggero, il Profeta illetterato, e sulla sua famiglia e sui suoi compagni.

Il Wird della Tariqa Madaniyya

Incontri del Dhikr

Conformemente con il Corano e le Tradizioni profetiche, la Via Madaniyya attribuisce grande importanza alla recita quotidiana e assidua del Wird (un insieme di sure o versetti e invocazioni da recitare regolarmente ogni giorno). Essa si compone di due parti distinte.

Estratto dal libro “La prova degli invocatori”

“…Lo ha già detto e continua a dirlo, essendone pienamente consapevole: ‘E gli assidui invocatori e invocatrici di Allah: Allah ha preparato per loro il perdono e un’enorme ricompensa.’

Tuttavia, quando la via di Allah si è diffusa nelle regioni ed è stata adottata nella gran parte di esse, e le genti si sono precipitate in moltitudine ad aderirvi, alcuni hanno trascurato di acquisirne la virtù. Questi sono coloro le cui insinuazioni diaboliche e gli impulsi egoistici hanno impedito di collegarsi a questo sentiero. Va però notato che queste insinuazioni trovano rifugio solo nei cuori disorientati. Si oppongono con parole offensive e sprezzanti a coloro che sono ingaggiati sulla via, sostenendo che le forme di dhikr (l’invocazione di Allah) e le sessioni di ricordo che i seguaci della via praticano non sono presenti nella legge islamica. Ciò però non corrisponde alla Sunna profetica, praticata dal suo migliore seguace, Colui che è più degno di preghiera e di salvezza”.

 

Cheikh Mohammed al-Madani

Sheikh Sidi Mohammed Al-Madani presenta il suo maestro:

Sheikh Sidi Ahmed Al-Alawi: È il polo più venerato, il soccorso spirituale più conosciuto. Egli è il nostro rifugio supremo e la nostra fortezza invincibile, la fonte dei segreti divini e la fonte della nostra via Madani Al-Alawi.

Lui è il mio Maestro Ahmed Al-Alawi, figlio di Sidi Mustafa, figlio di Sidi Mohammed, figlio di Sidi Ahmed, noto come Qadi Ben Sidi Mohammed, noto anche come Abi Chantouf. L’autore del libro “I nobiluomini di Moustghanem” dice di lui:

È il devoto Hanafi, il figlio di Alioua, il sapiente ben guidato.

Le cheikh Sidi Mohammed Al-Madani

Estratto dal libro “La prova degli invocatori”

Cheikh Ahmed Alawoui

Shaikh Sidi Mohammed Al-Madani Estratto dal libro La prova degli invocatori.

O tu umile discepolo, Muhammad bin Khalifa bin Al-Hajj Omar, noto anche come Madani. Sei stato al nostro fianco per giorni e giorni; Allah ha dissipato i tuoi dubbi e le tue illusioni. Hai approfittato pienamente della nostra presenza secondo la tua volontà e la tua disposizione; È quindi essenziale che tu condivida la tua conoscenza con i tuoi fratelli e sorelle.

Dal momento in cui l’uomo ha tratto il meglio da questa compagnia, deve poi aiutare gli altri. Non è lecito che un essere umano tenga per sé la conoscenza autentica che gli è stata affidata.

La funzione di guida e di orientamento ti chiama con insistenza; guida coloro che te lo chiedono; rinnovala a coloro che hanno scelto di allontanarsi. Ti diamo l’autorizzazione verbale nel percorso Shadhiliyya, oltre all’autorizzazione del cuore che hai già ricevuto. È essenziale coltivare l’amore verso il tuo Signore, perché Allah discende sul Suo servitore laddove il servo si arrende umilmente a Lui. Prego Allah di concederti eterna soddisfazione. Sappi che l’aiuto dipende dalla disposizione.. …\…

Le cheikh Sidi Ahmad al- Alawi

Estratto dalla autorizzazione Alawi.

12 + 7 =

Una questione? Una riunione?