arton544

31. Verità.

L’annientamento di ciò che è altro [da Allah] è lo svanire di tutte le creature agli occhi del conoscitore, come se non fossero mai state “cosa menzionata” [[ Termini coranici: “ E’ passato per l’uomo un momento del Ciclo dove egli non è stato cosa menzionata? “ (Corano, S. 76, v. 1). ]]
Egli lascia [anche] ciò che è permesso per fondersi nell’Essere necessario e volge il suo volto verso “Colui che ha creato i cieli e la terra” [[Corano, VI, (Le greggi) v. 79; D. Masson, Corano, I, p. 162. ]]

32. Annientamento

Per il conoscitore, l’annientamento di se è la scomparsa della sua “traccia” [individuale]. E’ anche la cancellazione della sua forma e del suo nome. Oramai, il conoscitore, è assorbito nell’Essere [divino] ed occultato nella contemplazione.

33. “Allah era”

“Allah era [prima della creazione] e niente era con Lui, ed Egli è adesso come era” [[Ispirato all’ hadit: al-Buhari, at-tawhid, 7418; Ahmad, 4/431. ]], al di là di ogni affermazione o negazione. Egli non è che Manifestazione, Epifania e scomparsa delle creature.
Questa è l’estinzione dei Conoscitori, genti della perfezione e della certezza.
Cercala se sei nel novero dei credenti.

34. Permanenza

La “Permanenza” è un ornamento che viene della Luce dell’Essere Vero, (sia esaltato) e ricopre le tenebre della creazione illusoria. Questo abito coprirà le tenebre della creatura chimerica.
35. Unione

Colui che realizza la “Permanenza” [per Allah] riunisce in se “l’esteriore e l’interiore” o la Legge essoterica e la Verità esoterica.
Le creature non lo distraggono del Vero.
Allo stesso tempo egli non manca verso i diritti delle creature.

36. I “Puri”

I “Puri” sono coloro dei quali “ l’esteriore” e “ l’interiore” sono stati purificati grazie all’osservanza degli obblighi ed al rispetto delle interdizioni. Riuniscono così “l’esteriore” e “ l’ interiore”.

37. Contemplazione

Lo scopo dei Conoscitori non è di accedere alle delizie del paradiso. Loro scopo è la contemplazione del Nobile Volto di Allah.

38. Arcani.

Se Allah informa un wali di uno dei Suoi Misteri è frutto della fusione nello splendore della Profezia e della sincera conformità [al Profeta]. Non contempla questi arcani per sé, ma grazie alla luce di Colui che egli segue.

35. Pregiudizio

Sapere senza agire è vana futilità, più nocivo che benefico.

40. Cuori sani.

L’orgoglio e la vanità sono due gravi malattie del cuore che necessitano un medico abile affinché il cuore ridivenga sano e puro.
“Felice colui che la purifica [la sua anima] [[Corano, XCI, (Il Sole) v. 9; D, Masson, Corano, II, p. 756. ]] “.

🕮 🕮 🕮